skip to Main Content
CF. 97243920580
Tel. 06 64760188
English
 française
Español
DONA ORA

URAGANI E PANDEMIA: L’ANNO PIU’ DIFFICILE DEL GUATEMALA

E’ terminato un anno veramente molto difficile per il Guatemala e per le nostre comunità del Petén. Ill nuovo anno si presenta con ingenti ostacoli ed enormi sfide. Gli uragani degli ultimi mesi del 2020, in particolare l’uragano ETA,  in una fase già critica in cui pesano le terribili conseguenze socio-economiche della pandemia, hanno messo a dura prova le famiglie che sui prodotti dell’agricoltura e dell’allevamento, totalmente o in gran parte distrutti dalle inondazioni, basavano la loro sopravvivenza per i primi 6 mesi dell’anno.

Grazie alla campagna che abbiamo lanciato, lo scorso novembre, per far fronte all’emergenza provocata dall’uragano Eta, abbiamo potuto elaborare un piano di risposta ampio, in favore delle comunità e dei nuclei familiari più vulnerabili al fine di contrastare l’esplosione della crisi alimentare, ripristinando le attività agricole maggiormente danneggiate.

La partecipazione dei nostri donatori ha permesso di incrementare i fondi che abbiamo stanziato per la creazione di orti e allevamenti familiari. Con il nostro staff locale abbiamo analizzato le priorità, in termini di beneficiari e di bisogni a cui era necessario dare una risposta immediata.

Nonostante il carattere emergenziale dell’intervento, abbiamo lavorato insieme alle comunità affinché questo supporto fosse inserito in un quadro di crescita comunitaria. Abbiamo lavorato per trasformare una crisi in una opportunità di sviluppo perché crediamo che, in ogni azione, il ruolo centrale dei nostri beneficiari sia prioritario.

I collettivi delle donne del Barrio, della Pita, della Sardina e l’intera comunità di El Zapote stanno ricevendo, e continueranno a ricevere nei primi mesi di quest’anno, il nostro supporto.

Offrire alle comunità quanto è necessario per “ricostruire speranze”, per poter tornare a parlare insieme di prospettive di sviluppo e crescita, è per noi l’obiettivo più significativo, che vogliamo raggiungere anche nella gestione di questa terribile emergenza.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×Close search
Cerca