skip to Main Content
CF. 97243920580
Tel. 06 64760188
English
 française
Español
DONA ORA

Maika e il vestitino della festa

Kanseng Maika, 3 anni; se non fosse per il pancino gonfio che sporge dall’elegante vestitino come unico evidente segno di uno stato di malnutrizione, sembrerebbe pronta per partecipare a una festa o un’importante cerimonia. In realtà si trova al nostro Centro di Salute di Kanyaka per assistere insieme alla madre alla dimostrazione culinaria indirizzata alle donne inserite nel programma dell’UNS (Unita nutrizionale supplementare) e organizzata dalla nostra nutrizionista Karyl per sensibilizzare le mamme ad adottare un regime alimentare equilibrato e nutriente utilizzando ricette a base di prodotti locali. Questa attività è allo stesso tempo l’occasione per fare un primo monitoraggio dell’evoluzione di Kanseng, che da un mese è entrata per la prima volta nel programma dell’UNS per una malnutrizione moderata con edemi identificata tramite il rapporto tra peso/altezza/taglia. La madre, 33 anni, ha percorso 7-8 km. dal suo villaggio di Kasemba nella terra rossa di Mabaya con la bimba annodata sulla schiena per raggiungere il Centro di Salute, assistere alla dimostrazione culinaria e far controllare l’evoluzione della piccola Kanseng. A casa ha lasciato altri cinque bambini e un lavoro precario a contratto come coltivatrice di mais e manioca in terreni altrui. Il marito svolge lo stesso mestiere e in più lavora nelle “carrieres”, luoghi dove si estraggono pietre usate come materiali da costruzione scavando a mani nude nella roccia, un lavoro duro e poco remunerato. Una situazione di forte vulnerabilità socio-economica famigliare comune a tanti nuclei famigliari dell’area di salute di Mabaya.

Il monitoraggio di Kanseng ha evidenziato come, grazie alla consapevolezza e all’impegno della madre nel rispettare le raccomandazioni del programma nutrizionale, la bambina segue correttamente il trattamento e assume tre pasti al giorno: bouillie di mais a colazione, bukari (polenta di mais) con pollo e cavoli a mezzogiorno e alla sera. Questa buona adesione al trattamento e alle raccomandazioni nutrizionali ha permesso alla piccola Kanseng di prendere 4 etti in un mese e raggiungere il peso di 11,2 kg., già oltre la soglia di riferimento per essere dimessa dal programma (11,1 Kg.). Ma questa tendenza positiva deve essere confermata da tre verifiche mensili consecutive per poter uscire dal programma.

Il caso di Kanseng dimostra l’importanza di una buona e costante opera di sensibilizzazione comunitaria( attraverso dimostrazioni culinarie, monitoraggio da parte dei relais communautaires, visite di verifica nei villaggi…) che, come per la piccola Kanseng, sta portando i suoi frutti in termini di consapevolezza e impegno da parte delle donne nella comunita e a breve-medio termine potrebbe portare il nostro programma nutrizionale nella’area di Mabaya da una fase “emergenziale” di lotta alla malnutrizione( depistaggio della malnutrizione nelle comunità e presa in carico con programmi terapeutici specifici) a una più “di routine” caratterizzata da una maggiore autonomia delle comunità nella prevenzione e cura della malnutrizione infantile (recandosi spontaneamente e tempestivamente al Centro di Salute nei casi di necessita).

 

Sostieni i percorsi di cura e assistenza nutrizionale dei bambini dell’area di Mabaya.

Attiva ora il sostegno a distanza

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cerca