skip to Main Content

Le belle sorprese delle vaccinazioni…

Siamo tutti in jeep, le giornate si fanno sempre più calde e la strada rossa ci accompagna nella nostra settimana di vaccinazioni. Ogni giorno percorriamo molti Km  tra la savana per raggiungere i villaggi più lontani. Si parte sempre dal villaggio più lontano per poi tornare indietro ed incrociare di nuovo la strada asfaltata che ci riporterà in città. Arriviamo e il nostro autista inizia insistentemente a suonare il clacson, non è certo per disturbare la quiete dei villaggi , bensì per ricordare a tutti che oggi è giorno delle vaccinazioni  e che siamo arrivati. Intorno non vediamo grandi mobilitazioni ma appena scendiamo, con il registro , la bilancia, il braccialetto per la misurazione brachiale e ci sediamo all’ombra dei grandi alberi vediamo piano piano un corteo di mamme che si dirigono verso di noi. Sembrano sole, in realtà portano dietro di loro, in quelle fantastiche stoffe colorate i bimbi più piccoli.  Iniziamo  con Michel il medico, le nostre vaccinazioni: prima il peso la registrazione, le iniezioni, poi la scheda  …fortunatamente negli anni il lungo lavoro di AMKA ha portato ad una bella routine dove le mamme accorrono per garantire la salute dei loro piccoli.
Ci giriamo e vediamo che  Michel inizia a parlare con una donna prepara la sua siringa e poi le chiede gentilmente di porgergli il braccio, poi  ne vediamo arrivare altre due, fare la puntura e e andar via con un biglietto in mano. Non capiamo bene, sono grandi per i vaccini e quindi con tutta la nostra curiosità chiediamo al dottore perché una donna adulta fa ancora i vaccini, ma la risposta è davvero poco scontata. Si tratta di una donna incinta, ci spiega che quando si passa nei villaggi l’attenzione deve essere sempre rivolta anche a loro, perché il momento della gravidanza e il parto sono  momenti critici in Congo dove non esistono strutture. Per questo AMKA segue le donne attraverso la CPN (consultazione pre natale) e in seguito con l’assistenza al parto nel Centro di Salute di Kaniaka. Allora gli chiediamo :
Michel qual’è l’importanza della consultazione prenatale per le mamme incinta?
Grazie alla CPN (consultazione prenatale), possiamo riuscire a seguire l’evoluzione della gravidanza, sia dalla parte della mamma sia da quella del bambino, e a diagnosticare eventuali complicazioni.
Seguendo la futura mamma nel suo percorso, è, inoltre, possibile pronosticare se il parto sarà difficile o senza complicazioni. Con la CPN, la riduzione della mortalità delle donne incinta non è più un’utopia ma un sogno che si sta realizzando.
Quale significato ha per te la CPN, e quale per le mamme che partecipano al programma?
Per me, è sempre una grande gioia vedere le mamme arrivare al Centro di salute di Kaniaka, desiderose di intraprendere il programma della CPN. Questo dimostra che il lavoro di sensibilizzazione fatto nell’area di salute di Mabaya è servito. Le donne hanno compreso l’importanza del programma e si preoccupano della salute loro e di quella del nascituro. Ripongono la loro fiducia nella struttura che le accoglie e, soprattutto, nel personale di Amka. Questa, per noi, è una delle più grandi conquiste del nostro lavoro quotidiano.
Andare a fare  i vaccini e scoprire di fare qualcosa in più e sempre di più prezioso per oggi  è stata proprio una  bella scoperta. Riprendiamo tutte le nostre cose saliamo in jeep e torniamo contenti verso casa.
 

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×Close search
Cerca