skip to Main Content

La Parola ai Nostri Runners!

Domenica 6 aprile 2014 si è corsa la Milano Marathon 2014, a portare alto il nome di AMKA c’erano ben 7 staffette ed altrettanti maratoneti!
 
Si è corso per il piacere di correre, ma anche e soprattutto per la solidarietà, per garantire il diritto alla salute in Congo sostenendo il progetto di lotta alla trasmissione verticale del virus dell’HIV.
Ed ecco che i nostri runners hanno corso con la coccarda del progetto, rigorosamente rossa e in tessuto africano!
 
Un grazie speciale a chi ha contribuito al successo di questa giornata:
 
a chi ci ha messo le gambe, correndo 8, 10, 13 o 42 km
a chi ha creduto nella causa e contibuito con una donazione
a chi ha donato un po’ del suo tempo come volontario 
a chi ha perso la voce facendo il tifo per i nostri atleti
 
E’ stato davvero emozionante esserci!
Lo è stato per me che stavo “abbarbicata” sulle transenne degli ultimi 250m e mi mancava il fiato nel vedervi spuntare dall’ultima curva…
Lo è stato ancor di più per chi ha deciso di accettare la sfida e mettersi in gioco fino in fondo.
Ecco qualche testimonianza:
 

RAFFAELLA: “E’ stata una magnifica ed atipica giornata milanese di sole e sport! Data la temperatura, ad un certo punto anziché correre per l’Africa mi è sembrato di star correndo in Africa…e oltre al calore del sole, ci ha scaldato l’amorevole organizzazione e l’accoglienza di AMKA! Grazie!”

 

CINZIA: “Pensavo sarebbe stato molto semplice, divertente, diverso, un’altra esperienza da portare a casa. Ma quando mi sono ritrovata al mio posto di cambio della staffetta pensavo solo che non ce l’avrei fatta, che non avrei fatto onore alla mia squadra e che non sarei arrivata al traguardo nei tempi concordati.

Ma così non è stato; durante il tragitto, durante i lunghi chilometri che mi separavano dalla fine sono stata accompagnata da un unico pensiero: che lo stavo facendo per Amka, per tutte le mamme e i bambini congolesi che ho conosciuto durante la mia esperienza dell’anno scorso; i loro musetti simpatici, gli sguardi tristi di alcuni e gli sguardi curiosi di altri, le canzoncine che ci accoglievano ai villaggi e i saluti festanti alla partenza sono ciò che mi ha dato la forza per portare a termine la mia piccola impresa e tagliare il traguardo portando alto il nome di AMKA!”

DAVIDE: “La corsa ti permette di ordinare le idee, scaricare le tensioni e pensare anche a chi è meno fortunato di te. Non importa vincere premi o fare primati, hai già vinto quando indossi le scarpette ed inizi!”

PAOLO (maratona completa in 2h27′): “Alla fine il traguardo ha un altro sapore quando lo si raggiunge insieme: grazie AMKA e forza a donne e bimbi in Congo”

 

La maratona sportiva è terminata, ma la maratona della solidarietà continua fino al 15 aprile…continuate a donare per fermare l’HIV in Congo!

Farlo è molto semplice, basta connettersi alla pagina del progetto sul portale Retedeldono

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×Close search
Cerca