skip to Main Content
06 6476 0188 amka@assoamka.org CF 97243920580 DONA ORA

Il Programma PTME di Amka: La Storia di Solange

Mi chiamo Solange Sikudjuwa, ho 35 anni sono al 3° mese di gravidanza del mio 6° figlio!

Vivo con mio marito, Ngozi, anche lui come me sieropositivo, ed i nostri 5 figli nel quartiere Katuba, un quartiere periferico ed abbastanza povero della grande Lubumbashi.

Tre anni fa, le assistenti sociali che lavorano con AMKA hanno organizzato un momento di sensibilizzazione pubblica nel quartiere sull’HIV.

In giro per la città avevo visto spesso dei cartelloni pubblicitari che parlavano di “Lutte à l’HIV/AIDS”, ma non sapevo bene di cosa si trattasse; pensavo che non potesse riguardare me ed allo stesso tempo mi faceva paura…si muore!

E così mi sono avvicinata assieme alla mia vicina di casa a quel gruppetto in fondo alla via, dove le assistenti sociali, assieme ad alcuni “muzungu” (bianchi) spiegavano con cartelloni e racconti che l’AIDS non si trasmette col malocchio, che non è una condanna a morte, ma che si può curare e che anche non potevamo esser infette senza saperlo.

Ciò che più mi ha colpito è che noi mamme potremmo trasmettere il virus ai nostri figli durante la gravidanza, il parto e l’allattamento. Alla fine della sensibilizzazione le assistenti sociali ci hanno detto che chi voleva poteva recarsi all’ospedale del quartiere e fare il test in forma anonima.

Quella notte non dormii: io ero incinta e l’idea di poter trasmettere al mio bimbo oltre alla vita anche l’AIDS non mi dava pace. Il giorno successivo mi sono fatta forza e sono andata in ospedale; mi ha accolto Fathy, l’assistente sociale del progetto AMKA, le ho raccontato la mia storia e lei mi ha spiegato il programma di lotta alla trasmissione verticale del virus HIV. Ho fatto il test: positivo! Ho pianto tanto.

Fathy mi è stata vicina, mi ha aiutato a parlarne con mio marito ed a vivere in maniera serena la gravidanza.

Ho preso le medicine, Gracias è nata sana, l’ho allattata fino a 6 mesi, ed entrambe abbiamo seguito la cura. Ogni settimana la portavo da Fathy per monitorare il suo stato di salute e la sua crescita.

A 18 mesi Gracias ha fatto l’ultimo test: è sana! GRAZIE AMKA!

Ora che sono nuovamente incinta, sono tornata da Fathy e sono fiduciosa che anche il nostro prossimo figlio nascerà sano!

 

Polaris Real Estate, corre la maratona di Roma per Solange!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×Close search
Cerca