Skip to content
06 6476 0188 amka@assoamka.org DONA ORA

La testimonianza di Beatrice: 3 risposte per raccontare il volontariato in Congo

Beatrice, volontaria in  Congo nel 2014, racconta che cosa vorrebbe ancora fare per  la scuola di Kaniaka!

Se potessi restare ancora un po …useresti ancora qualche giorno per …

Userei ancora qualche giorno per finire di verniciare la scuola di Kaniaka e fare qualche altro lavoretto utile, e per farmi raccontare da Flavì altre curiosità sulle loro tradizioni e sulla loro affascinante cultura.

Un istante in particolare che non hai potuto fotografare ma che resterà nella tua mente per molto tempo?

L’istante in cui un bimbo che era stato scaraventato a faccia in giù nella fogna a cielo aperto in città si è rialzato (con l’aiuto di Desi che l’ha trascinato per le gambe), con le guance rigate di lacrime e le mani sporche di “fango”, urlando la sua disperazione e probabilmente la vergogna per l’umiliazione subita.

La cosa più inutile che ti sei portato dall’Italia… e la cosa che davvero hai dimenticato di mettere in valigia?

La cosa più inutile che mi sono portata, paradossalmente per me, è stato un libro da leggere. Le cose da fare erano così tante, le storie da ascoltare ancora di più, tanto che non ne ho letto neanche una mezza pagina, non ho sentito il bisogno di evadere dalla realtà neanche per un attimo. A casa invece non ho dimenticato nulla, perchè nulla era indispensabile.
 
 

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
Cerca