skip to Main Content
CF. 97243920580
Tel. 06 64760188
English
 française
Español
DONA ORA

La malaria è una malattia infettiva, provocata da un microrganismo parassita, che si trasmette all’uomo attraverso la semplice puntura di una zanzara del genere Anopheles. Se non curata in modo adeguato, può rivelarsi fatale, soprattutto per i bambini.

La Repubblica Democratica del Congo ha il secondo numero più alto di casi e decessi di malaria a livello mondiale. La situazione drammatica dell’intero paese si riflette nella piccola realtà della zona rurale di Mabaya dove, dal 2001, AMKA opera a beneficio di una popolazione rurale di 9.000 persone, grazie ai nostri preziosi sostenitori.

Recentemente l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha approvato il vaccino contro la malaria, è una notizia grandiosa che cambierà il futuro delle nuove generazioni africane. In attesa che il vaccino venga distribuito dobbiamo continuare a contrastare la malaria con tutte le nostre forze e non abbassare mai la guardia.

Il nostro intervento per la lotta alla malaria si concentra su due principali attività:

  • PREVENZIONE: attraverso la sensibilizzazione comunitaria e la distribuzione di zanzariere e insetticidi
  • DIAGNOSI immediate e cure tempestive per tutti coloro che ne hanno bisogno, presso il nostro Centro di Salute del villaggio di Kanyaka

La lotta alla malaria ha bisogno anche di te. Impegnati al nostro fianco per contrastare la malaria e salvare vite umane, in attesa che il vaccino diventi al più presto realtà.

Vogliamo condividere con te la storia di Exocé, uno dei tanti bambini affetti da malaria, curato presso il nostro Centro di Salute.

Exocé è arrivato al nostro Centro di Salute sulle spalle della mamma. E’ bastato uno sguardo per vedere i sintomi della malaria complicata dall’anemia, confermati dai test di laboratorio. Come da protocollo, iniziamo con la trasfusione: l’ago cannula nella piccola mano, le lacrime che bagnano i suoi occhi stanchi. L’abbraccio della mamma che non si stacca mai.

Resta al nostro centro per una settimana, seguito notte e giorno dall’equipe sanitaria di Amka. Ogni giorno si vede qualche piccolo miglioramento: il volto che si distende, il corpo che inizia a muoversi di più, le mani che cercano oggetti per giocare, il sorriso che piano piano si fa largo nei volti di tutta la famiglia.  Guarisce, viene dimesso, tornano a casa. 

Exocé non è il primo e non sarà l’ultimo bambino affetto da malaria che arriverà al nostro piccolo ospedale. Exocé è uno su 229 milioni di casi l’anno in 87 paesi del mondo. Non è il primo, eppure nel fare tutto il possibile per accompagnarlo a guarigione il cuore ci si è fermato ancora un attimo. Non sarà l’ultimo finché non sentiremo tutti l’urgenza di lottare contro questa terribile epidemia

DONA ORA
Aiutaci a fermare la malaria

Cerca